Print Friendly and PDF

A MOË DÂO BARCON LA MADRE DALLA FINESTRA
Anonimo Anonimo
   

E a moë dâo barcon e a figgia in’ta sca-ä
senti che belli baxi senti che belli baxi
E a moë dâu barcon e a figgia in’ta sca-ä
senti che belli baxi che le un ghe da-ä

E tocca e tocchin e tocchæmosse a man
senti che bell’aietta senti che bell’aietta
E tocca e tocchin e tocchæmosse a man
senti che bel’aietta che l’e in caignan

Mandêghelo a dï e fêgou saveì
che son in te l’ostaia son in te l’ostaia
Mandêghelo a dïi e fegou saveìi
che son in te l’ostaia cui sô chignoe

E la madre dalla finestra e la figlia nella scala
senti che bei baci senti che bei baci
E la madre dalla finestra e la figlia nella scala
senti che bei baci che lui gli dà

E tocca e tocchino tocchiamoci la mano
senti che bell'arietta senti che bell'arietta
E tocca e tocchino tocchiamoci la mano
senti che bell'arietta che c'è in Carignano

Mandatecelo a dire e fatecelo sapere
che sono all'osteria che sono all'osteria
Mandatecelo a dire e fatecelo sapere
che sono all'osteria con i suoi cognati