Print Friendly and PDF

CIAÖ SALÛTIME IN PÖ ZËNA CIAO SALUTAMI UN PO' GENOVA
Antola - Anselmi Antola - Anselmi
   

Da poppa se destacca zâ o vapôre
O l’ä i rimorchiatoi che o tìan de prua
O l’ë italian e a pôppa u tricôlore
Ë o va luntan da- o pôrto da chi an’oä

In sce in’a bitta ghea assettòu in veggettô
Che in scia calada o vâ tutte e mattin
Qua sô cadenn-a infiâ in to giponetto
O ciondolo o rêloio e o cotellin

E ammiando l’orrizonte in mëzo a-ë nûvie grixe
Solo cö ma-ä davanti con l’animô o ghe dixe

Ciaö salûtime in pö zëna
Pôrtoia a mænn’a o mëu
Ciaö salûtime in po zëna
Che l’hô sempre chi in to cô
Ciaö salûtime i më amixi
A gente dä mæ e-tæ
Ti l’abbrassi e ti ghe dixi
Che n’ô l’hô mai ciû ascord-æ

O povio vëgio triste e appascionòu
Là in scia caladda sempre o se n’anava
Pensando a-o tempo quande o l’ëa imbarcòu
Pë a têsta quante cöse ghe passava

O se veddeiva zueno e vigoroso
Quande o chinava da-ë navi da costa
Tra un popôlô tenace e labôrioso
C’un a vitalitæ d’a gente nostra

Co-i sô cavëlli ræi
Tûtti ammaciæ de nejë
Mentre u vapure u fischia
O diva tutte e sejë...

Ciaö salûtime in pö zëna
Pôrtoia a mænn’a o mëu
Ciaö salûtime in po zëna
Che l’hô sempre chi in to cô
Ciaö salûtime i më amixi
A gente dä mæ e-tæ
Ti l’abbrassi e ti ghe dixi
Che n’ô l’hô mai ciû ascord-æ

Di poppa si distacca già la barca a vapore
ha i rimorchiatori che la trainano di prua
è italiana e sulla poppa il tricolore
e si allontanerà dal porto fra un'ora

Su di una bitta vi era seduto un vecchietto
che sulla calata del porto va tutte le mattine
con la sua catena infilata nel gilet
il ciondolo, l'orologio e il coltellino

E ammirando l'orizzonte in mezzo a nuvole grige
con il solo mare davanti col pensiero le dice

Ciao, salutami un po' Genova
Portoria, la marina e il molo
ciao, salutami un po' Genova
che l'ho sempre qui nel cuore
Ciao, salutami i miei amici
le persone della mia età
li abbracci e dici loro
che non li ho mai dimenticati

Il povero vecchio triste e malinconico
la sulla calata sempre se ne andava
pensando ai tempi quando era imbarcato
per la testa quante cose gli passavano

E si vedeva giovane e vigoroso
quando scendeva dalle navi sulla costa
tra un popolo tenace e laborioso
con la voglia di fare della gente nostra

Con i suoi capelli radi
tutti imbiancati di neve
mentre la nave a vapore fischia
dice tutte le sere...

Ciao, salutami un po' Genova
Portoria, la marina e il molo
ciao, salutami un po' Genova
che l'ho sempre qui nel cuore
Ciao, salutami i miei amici
le persone della mia età
li abbracci e dici loro
che non li ho mai dimenticati