Print Friendly and PDF

TI SÊUNNIË IN TÔ ÇË TÛRCHIN SUONERAI NEL CIELO TURCHINO
Edoardo Firpo - Emilio Firpo Edoardo Firpo - Emilio Firpo
   

Quande ô vegiô Mônte Fasce
ô se mette ô capellin
nô sperä de vedde nasce
quellô sü da Portôfin

côscì dixe a mæ nônnetta
mentre a cûxe cian cianin

E l’asciü in sciä côllinetta
pä che cianze in campanin

Campanin dan din
campanin dan din
da gexetta di capûssin

Gh’è ô mæ chêu che ô moù dindann’a
se s’adescia a tramôntann’a
ti sêunnië in tô çë tûrchin

Campanin dan din
campanin dan din
da gexetta di capûssin

Gh’è ô mæ chêu che ô moù dindann’a
se s’adescia a tramôntann’a
ti sêunnië in tô çë tûrchin

In çë grixiô cômme argilla
ûn cô chêu za ammagônaou
e da squallida marinn’a
qualche gôssa a va in tô mä

Se sta ascôsi in ta casetta
s’en serrë tûtti i barcôin

Ben gh’è segge zà a viôvetta
sciù pë crêuze en’ti giardin

Campanin dan din
campanin dan din
da gexetta di capûssin

Gh’è ô mæ chêu che ô moù dindann’a
se s’adescia a tramôntann’a
ti sêunnië in tô çë tûrchin

Dan dan din campanin
dan don din campanin

Quando il vecchio Monte Fasce
si mette il cappellino
non sperare di vedere nascere
il sole da Portofino

Così dice la mia nonnetta
mentre cuce pian pianin

E lassù sulla collinetta
sembra pianga un campanile

Campanile dan din
campanile dan din
dalla chiesetta dei cappuccini

C’è il mio cuore che lo fa rintoccare
se si sveglia la tramontana
suonerai nel cielo turchino

Campanile dan din
campanile dan din
dalla chiesetta dei cappuccini

C’è il mio cuore che lo fa rintoccare
se si sveglia la tramontana
suonerai nel cielo turchino

Un cielo grigio come argilla
uno con il cuore già col magone
e dalla squallida marina
qualche goccia va in mare

Si sta nascosti nella casetta
si son chiuse tutte le finestre

Ben che ci siano già le viole
su per i viottoli e nei giardini

Campanile dan din
campanile dan din
dalla chiesetta dei cappuccini

C’è il mio cuore che lo fa rintoccare
se si sveglia la tramontana
suonerai nel cielo turchino

Dan dan din campanile
dan don din campanile