Print Friendly and PDF

SEJA IN SCIÖ MÂ SERA SUL MARE
Coppo - Santoni Coppo - Santoni
   

O sô a l’orizzonte
cian cianin o s’asconde
o mâ o s’incendia
de’n rosso scarlatto
in questo silensio
che regna in te l’aja
ti senti na paxe
invadite o cheu

Seja in sciö mâ
sento l’onda ch’a franze,
in sciä spiaggia deserta
a se perde in te l’ombra
Van i pescoei
van pe-o mâ co-e lampare
dove a l’ûnn-a a se spëgia
e o mä o pâ d’argento

Arriva ‘n gran profûmmo
dai giardin fiorii
cöre ‘n pensiero in scë notte
de l’Ave Maria

Seja in sciö mâ
co-i tò mille colori
t’ë ‘n scenajo sûbblime
comme ‘n qaddro d’autore

Gh’è zâ a primma stella
in çê ch’a risplende
‘na muxica doçe
a l’arrïa dai barcoin
Festose se scöran
in çê e rondaninn-e
lontan ‘na chitära
se sente arpezzâ

Il sole all’orizzonte
pian pianino si nasconde
il mare s’incendia
di un rosso scarlatto
in questo silenzio
che regna nell’aria
ti senti una pace
invaderti il cuore

Sera sul mare
sento l’onda che frange
sulla spiaggia deserta
e si perde nell’ombra
Vanno i pescatori
vanno per il mare con le lampare
dove la luna si specchia
e il mare sembra d’argento

Arriva un gran profumo
dai giardini fioriti
corre il pensiero sulle note
dell’Ave Maria

Sera sul mare
con i tuoi mille colori
sei uno scenario sublime
come un quadro d’autore

C’è già una prima stella
in cielo che risplende
una musica dolce
arriva dai balconi
Festose si rincorrono
in cielo le rondini
lontano una chitarra
si sente arpeggiare