Print Friendly and PDF

QUANDE VÀ SOTTA O Sü QUANDO TRAMONTA IL SOLE
Isopiro Isopiro
   

Quande và sôtta ô sü a-ô caô de Meie
Pä che se incendie ô mä davanti a Zena

I’na gran luxe in së dere a lantêrna
Côn dôì riflessi in mä dôe barche a veia
Ô giurnô ô se ne vä l’è quexi seia
Ma resta sta vixiôn perchè a l’é êtêrna

Êtêrna cômme tütte e cose belle
Che fan de stà rivea inn’a reginn’a
Quande imbrunisce ô së e a lunn’a pinn’a
Pä cà fasse l’êoggin a-e primme stelle

Quande và sôtta ô sü s’assênde e luxe
Tuttô d’intôrnô ô mä in pon in bollezzûmme
In te cascinn’ê se prepera ô lûmme
Mentre versô Rensen pä che gh’è bruxe

Spunta n’a stêlla in së a s’e vedde appenn’a
Tutti i pescôei sôn prônti pe a partenza
Quelli cô-a canna se riffan sciù a lenza
Pê tutti gh’ê n’augüriô da nostra Zena

Quande va sôtta ô sü l’è n’atrô giôrnô
Cô sê ne andêtô e che mai ciù ô ritôrna

Quande va sôtta ô sü

Quando tramonta il sole a capo Mele
sembra che s’incendi il mare davanti a Genova

Una gran luce in cielo dietro la lanterna
con i suoi riflessi in mare e due barche a vela
Il giorno se ne va è quasi sera
ma resta questa visione perché è eterna

Eterna come tutte le cose belle
che fanno di questa riviera una regina
Quando imbrunisce il cielo la luna piena
sembra che faccia l’occhiolino alle prime stelle

Quando tramonta il sole s’accendono le luci
tutto intorno il mare è un ribollire
Nelle cascine si prepara il lume
mentre verso Arenzano sembra vi bruci

Spunta una stella in cielo si vede appena
tutti i pescatori son pronti alla partenza
Quelli con la canna si avvolgono la lenza
per tutti c’è un’augurio della nostra Genova

Quando tramonta il sole è un altro giorno
che se n’è andato e che mai più ritorna

Quando tramonta il sole